matrimonio dicembrino in bianco e rosso

 
 

Poche parole e molto spazio alle incantevoli foto fatte da Paolo Castagnedi per il matrimonio dicembrino di Chiara (raggiante, dolce e romantica) e Alessio (che non ho avuto il piacere di conoscere personalmente).
Durante il nostro primo incontro avvenuto in primavera, Chiara mi ha espresso il desiderio di usare il rosso come filo conduttore della loro festa. Le ho proposto, di conseguenza, un moodboard floreale invernale con: anemoni bianchi e rossi, tulipani doppi rossi, ranuncoli bianchi e rossi, brunia argentata, brunia ramata, meline, arance essiccate, bacche di rosa rossa, pino argentato, pino normandianno e tuya verde e argentata.

Per la chiesa di San Zeno ho suggerito una palette di colori neutra, composta da bianco, sfumature di verde e pennellate di grigio-argento. Essendo questa chiesa riccamente affrescata, i colori neutri del bianco e del verde erano ideali per esaltare i fiori e al contempo la maestosità della pala del Mantegna, proprio alle spalle dell’altare maggiore.

Con un abito bianco neve, per Chiara il rosso era un must. Accanto al candore di anemoni, ranuncoli e boccioli di roselline ho aggiunto dei tocchi di rosso con bacche di rosa. Chiara ha richiamato il rosso anche nel make-up con il rossetto.

Dal pranzo in poi, atmosfera frizzante e festiva con il rosso protagonista assoluto in tutte le decorazioni. Dal segnaposto al centrotavola, dal tableau nozze alla decorazione della torta nuziale. Ho creato giardini floreali avvolti in morbido panno bianco per i tavoli degli ospiti e pasticcini floreali per il tavolo degli sposi. Segnaposti con pino e meline rosse e una cascata di fiori rossi per la torta.

Grazie ancora a Chiara e Alessio e a Paolo per aver potuto condividere il loro giorno!

Ps: le foto dei fiori sono mie.

 
 

Racconto di un matrimonio invernale

 
 
 

Vi racconto il matrimonio che ho curato per Martina e Alessandro, una giovane dolce coppia, che si è sposata a gennaio di quest’anno. Il loro desiderio era di avere un matrimonio elegante e romantico nelle tonalità del bianco e del rosa cipria. Il rosa cipria è stato il filo conduttore della loro giornata: dalle partecipazioni, alle bomboniere, alle scarpe della sposa…

CHIESA

La chiesa scelta è stata la pieve romanica di San Giorgio Ingannapoltron, in Valpolicella, da cui si gode una vista mozzafiato del lago di Garda. E’ una chiesa, con un piccolo chiostro esterno, in cui dominano la pietra e le linee essenziali. La coppia in chiesa, desiderava decorazioni floreali con linee morbide e tondeggianti. Ho così consigliato loro fiori dalla corolla tondeggiante. Accanto agli anemoni e ranuncoli, fiori invernali per eccellenza, ho suggerito anche l’eleganza di rose bianche e la morbidezza della gypsofila. Per  accompagnare le composizioni e per non confondersi con le atmosfere natalizie ho scelto il verde bottiglia delle foglie di bosso.

LA SPOSA

Martina ha scelto un abito molto romantico con un’ampia gonna in tulle e la scelta del fiore per il suo bouquet è ricaduta sul ranuncolo clone rosa cipria. Il ranuncolo clone è una varietà piuttosto recente ed è un “must” per i matrimoni invernali. È un fiore molto versatile e può essere paragonato, per la sua magnificenza, alle rose inglesi da giardino e alle peonie.

FIORI INVERNALI

Due parole a proposito di anemoni e ranuncoli. Gli anemoni sono fiori incredibili con il centro completamente nero e petali così delicati da sembrare seta. Non deludono neanche per la varietà di colori: dal rosso vivace al bordeaux scuro, bianco, lilla, fuscsia e viola. Sui ranuncoli si possono scrivere pagine sia per le molteplici varietà che per i colori (se siete curiosi ecco il link).

E qual’è il vostro fiore preferito in inverno?

Un grazie speciale agli sposi Martina e Alessandro e al fotografo Sergio Sarnicola per le splendide foto del matrimonio. Ho aggiunto le mie foto dei fiori in preparazione.

 

MATRIMONIO IN INVERNO

 
 

Eccomi qui per riprendere il tema del matrimonio in inverno.
Lo scorso post l’ho dedicato ai fiori. In questo parlerò delle bacche e verdi che troviamo in questa stagione.
La palette di colori che offrono le bacche è incredibilmente ricca: dai rossi ai bordeaux, dagli argentati ai viola/nero, dalle sfumature marroni a quelle aranciate.

Proprio la settimana scorsa abbiamo creato la decorazione per la cena di gala offerta da MSC Crociere per la presentazione dei menù di Natale e Capodanno creati dallo Chef Carlo Cracco. La serata si è svolta in un palazzo storico a Milano: Palazzo Visconti. Un palazzo costruito nel XVII, sale in stile barocco. La cena  si è tenuta nella sala Visconti originariamente concepita come sala da ballo.

Nel creare le decorazioni floreali ho dovuto tener conto del contesto: una sala molto ricca di stucchi, di affreschi e di tele. I colori per l’allestimento dovevano essere in armonia con la sala e con il tema della serata, che era Cuba e Natale. La scelta è stata utilizzare dei candelabri con alla base composizioni di bacche e fiori nelle tonalità dal bordeaux ai rossi ai marroni.

Le bacche che abbiamo scelto erano bacche di rosa strawberry, bacche di rosa corallo, rosellina ramificata bordeaux, brunia, iperico color cioccolato. La base di ciascuna composizione era rivestita con la foglia black tie.

Tra i verdi, il muschio è un elemento che uso molto. Dona un’atmosfera di accoglienza e morbidezza che mi riporta sempre ai ricordi di bambina, quando andavo nei boschi in inverno.

Passando poi alle tonalità del grigio, eccoci con la brunia argentata, la brunia albiflora e le bacche di eucalipto che, quando maturano, sembrano un piccolo fuoco di artificio. Che dire del fogliame… Senecio, rami di eucalipto gunnii, pino argentato.

La tonalità del viola/nero in natura si può trovare con  le bacche di viburnum e le bacche di edera. Bacche che donano eleganza e luce nelle composizioni invernali.

Per un matrimonio in bianco l’abbinamento con gli argenti e i viola/nero risulta molto elegante ed affascinante dal mio punto di vista.

Alcune foto di questo post sono ricavate da Pinterest.

 
 

FIORI PER UN MATRIMONIO IN INVERNO

 
 

Oggi stavo curiosando tra le foto di fiori per un matrimonio in inverno e l’atmosfera che ritrovo è sempre così romantica. Ad ogni nuova stagione mi innamoro dei fiori che ritornano come fosse la prima volta. E’ come ritrovare dei vecchi amici che da tempo non vedevi. È questa la sensazione ricorrente che provo lavorando con i fiori. E’ la stessa sensazione che provavo da bambina. La stagione invernale ci regala di tutto: verdi, bacche e fiori. E le tonalità, le sfumature i colori tutto in perfetta armonia.

Girovagando su Pinterest ci sono dei moodboard interessanti da cui trarre ispirazione per un matrimonio invernale. Ne ho raccolti alcuni che potrete vedere nella bacheca “Wedding in winter” che ho creato.

Ho anche trovato una fotografa tedesca che ha fatto un servizio fotografico di un  matrimonio invernale che mi commuove ogni volta che lo vedo.

Foto tratte da wedding on lake Chiemsee - Wertvollefotografie

Foto tratte da wedding on lake Chiemsee - Wertvollefotografie

E quali sono i fiori invernali, vi starete chiedendo. Ce ne sono parecchi. In questo post mi dedicherò ad alcuni: ranuncoli, anemoni ed ellebori. Nel prossimo ci saranno le bacche, i verdi, i giacinti, e…

I ranuncoli sono i primi che mi vengono in mente. Ho una passione per loro, li incominciamo a trovare a dicembre (se fa abbastanza freddo c’è anche qualcosa a novembre) e gli ultimi li possiamo avere a fine aprile. Il periodo migliore è da fine gennaio a marzo. Le varietà e le sfumature  di questo fiore sono veramente molte: dal ranuncolo clone al ranuncolo prezzemolo, dal bordeaux burgundi al rosa cipria.

Un bouquet solo di ranuncoli è sempre così elegante e romantico, ma anche abbinato con altri fiori è intrigante.

Gli anemoni con il loro cuore completamente nero sono così eterei e quando li vedo mi trasmettono subito gioia. Un bouquet solo di anemoni bianchi, me lo immagino per una sposa con un abito corto bianco a palloncino, soffici guanti in lana bianchi e un collo in cachemire bianco.

Ed infine gli ellelbori, un fiore che si trova nei nostri boschi. Quando nel mio giardino vedo i primi germogli di elleboro so che l’inverno è ormai alle porte, ma posso godere di questi fiori così belli per tutta la stagione e ne sono rincuorata. Quando spuntano dalla neve…Gli ellebori possono essere bianchi come la neve oppure bordeaux. E’ un fiore poco conosciuto in Italia.

Ho creato un bouquet per uno shooting che abbiamo fatto in tardo inverno accostando ranuncoli prezzemolo, elleboro bordeaux, rose profumate O’Hara e dacus dara. La modella indossava un vestito vintage in pizzo e i petali dei fiori richiamavano i ricami della stoffa. La location scelta era il Convento dell’Annunciata e la mia idea era di ricreare le atmosfere incantate di un bosco invernale.