Shoot tra le rovina di un castello medioevale

 
Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

 

Sul finire dell’inverno e l’inizio della primavera, sono stata coinvolta nella creazione delle decorazioni floreali per uno shoot dal sapore medievale tra le mura del castello di Arco.

Come sempre il processo creativo parte per me dalla scelta del colore. La tonalità principale che ho deciso di utilizzare per questo evento è stato il bordeaux. Un colore che considero elegante, versatile, raffinato e che dona una nota intensa in una qualsiasi creazione. 

Untitled design (12).jpg

Per il bouquet da sposa ho scelto di abbinare al bordeaux diverse tonalità di rosa in modo da esaltare lo stile romantico del vestito.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Ho voluto creare un lussureggiante bouquet dove le consistenze e le forme diverse di petali e fiori  donassero  un stile morbido e raffinato.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Per la decorazione della tavola  ho individuato fiori dalle diverse sfumature di bordeaux vinaccia: incredibili ranuncoli, ipnotici anemoni e raffinati tulipani. A questi ho aggiunto un tocco di pesca per illuminare il tutto. Candelabri antichi e piccoli vasetti con candele hanno reso magica la serata.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

 

Ringrazio tutte le persone con cui  ho collaborato a questo progetto:

Foto / Valentina Fraccaroli
Video / Forever Film di Paolo Brentegani
Drone / Andrea Bianco
Stationery / Bee in Love – Wedding Design di Elisa Tedesco
Mua & Hair / L’officina del MakeUp di Claudia Jclo Make Up
Wedding Cake / Cremerie
Dress / Marianna Michelon
Suit / Baratto Lavis
Shoes / Anniel
Rings / MIOeTUO
Venue / Ai Conti – Break, fast & slow
Patrocinio / Wedding in Arco
Bride / Caterina Brazzoli
Groom / Fabio Porta

 
 

matrimonio dicembrino in bianco e rosso

 
 

Poche parole e molto spazio alle incantevoli foto fatte da Paolo Castagnedi per il matrimonio dicembrino di Chiara (raggiante, dolce e romantica) e Alessio (che non ho avuto il piacere di conoscere personalmente).
Durante il nostro primo incontro avvenuto in primavera, Chiara mi ha espresso il desiderio di usare il rosso come filo conduttore della loro festa. Le ho proposto, di conseguenza, un moodboard floreale invernale con: anemoni bianchi e rossi, tulipani doppi rossi, ranuncoli bianchi e rossi, brunia argentata, brunia ramata, meline, arance essiccate, bacche di rosa rossa, pino argentato, pino normandianno e tuya verde e argentata.

Per la chiesa di San Zeno ho suggerito una palette di colori neutra, composta da bianco, sfumature di verde e pennellate di grigio-argento. Essendo questa chiesa riccamente affrescata, i colori neutri del bianco e del verde erano ideali per esaltare i fiori e al contempo la maestosità della pala del Mantegna, proprio alle spalle dell’altare maggiore.

Con un abito bianco neve, per Chiara il rosso era un must. Accanto al candore di anemoni, ranuncoli e boccioli di roselline ho aggiunto dei tocchi di rosso con bacche di rosa. Chiara ha richiamato il rosso anche nel make-up con il rossetto.

Dal pranzo in poi, atmosfera frizzante e festiva con il rosso protagonista assoluto in tutte le decorazioni. Dal segnaposto al centrotavola, dal tableau nozze alla decorazione della torta nuziale. Ho creato giardini floreali avvolti in morbido panno bianco per i tavoli degli ospiti e pasticcini floreali per il tavolo degli sposi. Segnaposti con pino e meline rosse e una cascata di fiori rossi per la torta.

Grazie ancora a Chiara e Alessio e a Paolo per aver potuto condividere il loro giorno!

Ps: le foto dei fiori sono mie.

 
 

Racconto di un matrimonio invernale

 
 
 

Vi racconto il matrimonio che ho curato per Martina e Alessandro, una giovane dolce coppia, che si è sposata a gennaio di quest’anno. Il loro desiderio era di avere un matrimonio elegante e romantico nelle tonalità del bianco e del rosa cipria. Il rosa cipria è stato il filo conduttore della loro giornata: dalle partecipazioni, alle bomboniere, alle scarpe della sposa…

CHIESA

La chiesa scelta è stata la pieve romanica di San Giorgio Ingannapoltron, in Valpolicella, da cui si gode una vista mozzafiato del lago di Garda. E’ una chiesa, con un piccolo chiostro esterno, in cui dominano la pietra e le linee essenziali. La coppia in chiesa, desiderava decorazioni floreali con linee morbide e tondeggianti. Ho così consigliato loro fiori dalla corolla tondeggiante. Accanto agli anemoni e ranuncoli, fiori invernali per eccellenza, ho suggerito anche l’eleganza di rose bianche e la morbidezza della gypsofila. Per  accompagnare le composizioni e per non confondersi con le atmosfere natalizie ho scelto il verde bottiglia delle foglie di bosso.

LA SPOSA

Martina ha scelto un abito molto romantico con un’ampia gonna in tulle e la scelta del fiore per il suo bouquet è ricaduta sul ranuncolo clone rosa cipria. Il ranuncolo clone è una varietà piuttosto recente ed è un “must” per i matrimoni invernali. È un fiore molto versatile e può essere paragonato, per la sua magnificenza, alle rose inglesi da giardino e alle peonie.

FIORI INVERNALI

Due parole a proposito di anemoni e ranuncoli. Gli anemoni sono fiori incredibili con il centro completamente nero e petali così delicati da sembrare seta. Non deludono neanche per la varietà di colori: dal rosso vivace al bordeaux scuro, bianco, lilla, fuscsia e viola. Sui ranuncoli si possono scrivere pagine sia per le molteplici varietà che per i colori (se siete curiosi ecco il link).

E qual’è il vostro fiore preferito in inverno?

Un grazie speciale agli sposi Martina e Alessandro e al fotografo Sergio Sarnicola per le splendide foto del matrimonio. Ho aggiunto le mie foto dei fiori in preparazione.