il magico mondo delle illustrazioni incontra il magico mondo dei fiori

 
fairground mb-1.jpg
 

Le illustrazioni, i biglietti di auguri, gli inviti, la carta, tutto ciò ha sempre avuto un’attrazione per me. Il motivo per cui vi parlo oggi di illustrazioni è perché ho iniziato una collaborazione grafica con This is Fairground. This is Fairground è nato sei mesi fa quando Rebecca, Jasna e Petra hanno deciso di far diventare reale la loro passione per la carta e le illustrazioni.

Untitled design (6).jpg

Curano tutto ciò che riguarda la parte grafica di un matrimonio o di un evento speciale: dagli inviti al moodboard ai biglietti di ringraziamento. Le loro passioni, musica arte cinema viaggi e video, sono fonte di ispirazione per tutti i loro progetti grafici.

fairground mb-3.jpg

Non saprei descrivere meglio i loro mood e stile di come fanno loro: “Adoriamo qualsiasi tipo di carta. Ma quello che amiamo di più è creare fantastiche fiabe fatte su misura per voi, così che possiate tenerle sempre come ricordo dei vostri momenti più felici. … Creiamo magia. Vi riportiamo al parco giochi!”

fairground mb-2.jpg

Nei loro progetti, la natura, i fiori e i colori sono aspetti essenziali che si combinano perfettamente con il mio modo di creare e pensare i fiori.

tania muser moodboards-6.jpg
tania muser moodboards-5.jpg

Abbiamo iniziato a dicembre con  la  realizzazione del biglietto di auguri per Natale. Hanno interpretato al meglio ciò che io intendevo per spirito natalizio: gioia, spensieratezza e magia.

tania xmas_insta.jpg

A gennaio poi sono  riuscita a realizzare un’idea che mi frullava in testa da anni: mixare fotografie e disegni. L’ho condivisa con loro e così sono nate le illustrazioni per la pagina dei matrimoni.

schizzo_riepilogativo.jpg
flowers.jpg

 

E voi preferite foto o illustrazioni?

delivery.jpg
 
 

Dietro le scene dello shoot per un pic-nic country chic

 
@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

 

Pic-nic per festeggiare in modo alternativo un matrimonio,  un compleanno o un addio al nubilato.

Quest’idea mi frullava da tempo in testa e si è realizzata quando per la prima volta con Cristiana ho visto il Relais Corte Guastalla e ho conosciuto Orietta.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Nel giro di un paio di giorni Cristiana ed io abbiamo deciso di realizzare questo shoot  ispirazionale coinvolgendo: Orietta e suo marito, Manuela Piccoli e Marco Bravi. In questa prima parte i momenti della preparazione e domani il risultato finale.

Vi presento la squadra al completo:

Orietta e suo marito, che ci hanno ospitato durante lo shoot.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Manuela Piccoli, arredatrice d’interni con il suo stile Shabby Chic elegante e romantico, scova nei mercati d’antiquariato in Francia ed in Italia pezzi particolari ed unici. Con il suo gusto abbiamo “arredato” il parco con lanterne in ferro battuto, poltrone, cuscini, sedie da giardino vintage. Sempre lei ha pensato alla mise en place con piatti in porcellana bianchi con delicate decorazioni floreali, piccole alzate in peltro, bicchieri in cristallo, posate d’argento e vecchie tovaglie in cotone lavorato.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Marco Bravi e suo figlio Massimiliano riescono sempre con la macchina fotografica e sensibilità a cogliere l’atmosfera e i dettagli.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Cristiana wedding planner e regista della giornata.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Io ho pensato ovviamente ai fiori che ho creato in stile naturale e romantico con fiori dal sapore campestre accostati a lussureggianti peonie, delicati boccioli di lisianthus , ulivo, rosmarino e verde di stagione.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Un’ultima frase per descrivere il mood: fresco e frizzante, ma anche romantico ed elegante con un gusto retro, nelle tonalità pastello.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

MAX_6819.jpg
MAX_6922.jpg

Grazie a Gaia  per i segnaposti e il libro degli invitati!

 
 

4 abbinamenti con il rosa per la vostra tavola di Natale

 
 
2017-11-30 12.51ok.jpg
 

La settimana scorsa, con un cielo plumbeo, mi sono trovata con Manuela Piccoli ad immaginare e creare un angolo insolito per il Natale. Siamo andate nel suo magazzino ricolmo di oggetti antichi, una vera delizia per i miei occhi. E’ stato come aprire la porta e affacciarsi sul passato.

Su una piattaia di fine ‘800 ho creato un giardino invernale con rami di bacche di rosa, pino, tuya argentata, muschio, un magnifico elleboro e tante candele. Una poltrona in velluto verde oliva  e una in rosa, un lampadario a gocce, due lanterne bianche di ferro battuto hanno reso accogliente la serra d’inverno.

Untitled design (1).jpg
2017-11-30 13.22ok.jpg
P1260679ok.jpg

In un angolo accanto alle vetrate tra gli alberi di limoni messi al riparo per l’inverno, abbiamo decorato  il tavolo per il pranzo. La tovaglia bianca ricamata, le sedie di ferro battuto una diversa dall’altra, le morbide coperte di lana, i sottopiatti di Sheffield di metà ‘900, i piatti bianchi in porcellana, le posate francesi d'argento, i bicchieri decò in stile liberty di vetro verde con decorazioni in argento e le piccole coppe in ceramica anni ‘50 sono stati gli elementi per allestire una mise en place dal gusto retro e romantico.

20171130_121142ok.jpg
2017-11-30 13.26.09.jpg

Per i fiori ho voluto usare varie sfumature di rosa carico. Ho scelto questa tonalità  per due motivi: la sua versatilità e il suo significato. Il rosa infatti si associa alla dolcezza, al romanticismo, all’eleganza e alla gratitudine. Direi “perfetto” per questo periodo dell’anno. E’ sicuramente un colore insolito per il Natale ma penso che sia ideale per stupire i vostri ospiti.

2017-11-30 13.30.03.jpg
2017-11-30 13.31ok.jpg

I fiori che ho usato sono stati: ranuncoli, garofani, cymbidium fucsia e bacche di iperico rosa chiaro di edera e ligustro viola.

P1260733ok.jpg

Le combinazioni con il rosa sono molteplici eccone quattro per questo periodo:

rosa/viola: anemoni viola, giacinti lilla

rosa/rosso: rose rosso carico “Red Naomi”, oppure bacche di ilex rosso vivace

rosa/bordeaux: ranuncoli bordeaux, anemoni bordeaux, garofoni bordeaux, skimmia bordeaux

rosa/argento: bacche di brunia argento, bacche di eucalipto

e ovviamente tutti i verdi che la natura offre in inverno

E voi come pensate di allestire la tavola delle feste?

2017-11-30 12.36ok.jpg
 
 

Fiori e vino

 
P1250883ok.jpg
 

Nei vigneti della Valpolicella si è svolto l’evento organizzato da Allegrini per la presentazione del vino Fieramonte amarone classico, riserva D.O.C.G 2011.

La scelta naturale della palette per questo evento è stato il colore del vino: rosso porpora. Attorno a questo elemento ho sviluppato il mood floreale.

IMG_0941.jpg

Per il pranzo dal mood rustico,  nel vigneto Fieramonte, ho usato il giallo, l’arancione ed una spruzzata di rosso aranciato. I filari di vite con i grappoli maturi di uva nera sono stati la scenografia ideale per risaltare le sfumature del solidago giallo oro, della dahlia arancione, della matricaria con il cuore giallo e delle bacche di rose rosso arancio.

P1250849ok.jpg

Per la cena di gala, il fiore attorno a cui è ruotato tutto il design è stato la dahlia rosso bordeaux. Per enfatizzare l’eleganza della dahlia ho abbinato l’intenistà del cosmos, il viola della bacche di viburnum e la luminosità dei garofani e rose pesca. La trasparenza dei bicchieri da vino usati questa volta anche per i fiori ha donato movimento e luminosità alla tavola.

IMG_0939.jpg
IMG_1034.jpg
IMG_0980.jpg
IMG_1022.jpg

Infine, per la fontana del peristilio ho creato un bosco autunnale con rami di quercia, di cotinus, di lentisco, di amaranthus e piccoli melogrami come portafortuna. E la luce delle candele erano le lucciole nel bosco...

Grazie a Caterina Mastella per avermi inviato le foto di questo evento.

Untitled design (4).jpg
IMG_1083.jpg
 
 

Un fiore irrinunciabile per un matrimonio autunnale

 
PCG_0594.jpg
 
 

Dopo la pausa estiva riprendo il blog. Questo primo post è dedicato ad un matrimonio che proprio l’anno scorso in questo periodo ho realizzato, un matrimonio dal mood autunnale.

La coppia di sposi Paula, svedese e  Adam,  inglese, vivono a Londra e scelsero di festeggiare la loro unione in Valpolicella a fine settembre.

Per Paula i fiori erano uno degli elementi più importanti del suo matrimonio. Aveva le idee molto chiare sullo stile, sulle tonalità e sui fiori.

Untitled design.jpg

Apro una parentesi sullo stile a cui Paula si è ispirata, quello della floral designer inglese Constance Spry, una donna che negli anni 30 del secolo scorso è diventata un’ icona. Spry creò  le decorazioni per il matrimonio privato dei duchi di Windsor e per l’incoronazione della regina Elisabetta nel 1953. Una donna molto forte ed indipendente che ha voluto avvicinare più gente possibile alla bellezza dei fiori. A tutt’oggi il suo stile elegante e naturale è ancora molto in voga. Ha scritto numerosi libri sull’arte del floral design, una pioniera anche in questo (io sono riuscita a trovarne uno ed è veramente utile e senza tempo).

Ritornando al matrimonio di Paula, la palette scelta era composta da molteplici sfumature del bordeaux, del borgogna, del verde, e da una pennellata di crema e di tenue pesca per illuminare e fare da contrasto. Quando penso al suo moodboard mi viene in mente il cioccolato, per l’eleganza, per la levigatezza e consistenza.

Untitled design (2).jpg

I fiori, tra cui 2 irrinunciabili per il suo matrimonio autunnale, sono stati:

  • dahlia "dark chocolate", un fiore dal carico colore rosso-cioccolato;

  • dahlia "Cafè au lait", un fiore che amo particolarmente e che la sua sola presenza illumina qualsiasi composizione;

  • cosmos, ho già descritto in altri post questo fiore così delicato dal colore intenso, quasi nero con petali vellutati;

  • sedum e amni visgnaga, il primo carnoso ed il secondo delicato e trasparente come il pizzo;

  • bacche di viburnum nero e rosso, symphoricarpo rosa, iperico pesca, rami di piccole bacche verdi di rosa;

  • foglie di varietà sulle tonalità dei verdi con l’accostamento unico del cotinus il cui colore è il borgona viola.

E come buon augurio non potevano mancare su ciascun tavolo piccoli melograni ed uva nera.

PCG_0361.jpg
PCG_0348.jpg
PCG_0335.jpg

Paula ha scelto un abito dallo stile quasi monacale, in una tonalità oro e un bouquet a contrasto, grande, opulento e naturale. I rami di bacca di rosa, ed il cosmos hanno avuto un ruolo fondamentale nel design di questo bouquet per la leggerezza e l’aspetto naturale.

Untitled design (4).jpg
DSC_3152.jpg
2.jpg
PCG_1291.jpg
PCG_1553.jpg

E voi quale fiore scegliereste per un moodboard autunnale?

Ph: Dave Watts per tutte le fotografie del matrimonio

Alcune foto sono di Pinterest tra quelle scelte da Paula per il suo moodboard

 

 

 

4 essenziali regole di floral design per creare le vostre decorazioni

 
 

Con l’approssimarsi del periodo natalizio vorrei condividere con voi 4 regole essenziali di floral design che possono esservi utili per qualsiasi tipo di decorazione, dalla tavola natalizia alla festa di compleanno, al vostro matrimonio…
Prendo spunto da un lavoro che ho realizzato a febbraio. Il compito è realizzare  uno scenario d’ispirazione per una confettata.

1. COLORE

La prima regola è la scelta di un colore o una palette di colori (consiglio al massimo 3). L’individuazione del colore, o palette, vi aiuta a delimitare i confini entro cui poi fare tutte le altre scelte necessarie. Il colore può essere declinato in vari modi: tono su tono, contrasto, o vicino nella ruota dei colori.
In questo caso ho scelto una pallette delicata, nelle tonalità del bianco e del rosa. Il verde può essere considerato un colore neutro o di accompagnamento. Troppi colori non danno la possibilità all’occhio di riposarsi.

2. MOODBOARD

Avendo la mia palette di colori, ho cercato in varie riviste (design, arredamento, viaggi, moda ecc) delle foto che potessero essere una fonte di ispirazione e ho realizzato un moodboard cartaceo.  Ma ad esempio, Pinterest  vi permette di ideare un moodboard digitale. Date uno sguardo al mio profilo e con l’avvicinarsi del Natale al moodboard natalizio. Pinterest è una fonte inesauribile di idee per qualsiasi cosa! Lo trovo veramente molto utile e interessante. La creazione di un moodboard o anche di un vostro profilo, vi aiuta a concentrare le idee. Il consiglio comunque è quello di lasciarle fluire e non rimanere rigidi nella vostra visione durante la realizzazione della decorazione.

3. LESS IS MORE

E’ molto importante che la vostra idea sia in armonia con l’ambiente, con ciò che avete a vostra disposizione. Il risultato finale deve essere armonico, equilibrato e nessun elemento deve sovrastare gli altri. E’ sempre meglio togliere che aggiungere.
Nel caso della tavola di Natale, focalizzate l’attenzione su un elemento potrebbero essere i fiori o il colore della tovaglia o la mise en place. Gli altri elementi faranno da scenografia, in perfetta armonia ed equilibro. Sarà uguale se dobbiamo pensare ad un evento o ad un matrimonio.

4. CONTESTUALIZZARE

Tenete sempre in considerazione lo spazio dove operate, i colori che già ci sono, l’arredamento, lo stile, ciò che avete a disposizione.  Ad esempio, nel caso del vostro matrimonio, se  avete già scelto la location, lo stile che sceglierete per le decorazioni dovrà essere in armonia con il luogo.

Ritornando al mio lavoro, il set era romantico con degli elementi vintage. La parete a vetri è stato l’elemento dominante da cui è partito tutto. Nella mia immaginazione, era l’angolo di una serra in una villa in campagna e di conseguenza lo stile era romantico e country.

Queste regole le seguo in qualsiasi situazione, dalla tavola per una cena tra amici alla realizzazione di uno shoot fotografico, dalla progettazione di un evento/matrimonio alla progettazione dei corsi di floral design.

Nel prossimo post ci saranno spunti per la decorazione della casa e per le imminenti feste!

Cosa ne pensate?

La location del set e tutti i materiali sono stati forniti da Ambroso Srl.

Tutte le foto (ad eccezione del set vuoto) sono state realizzate dal fotografo Marco Bravi.

 
 

FESTA D'ESTATE AL PROFUMO DI LAVANDA

 
 

Festa d’estate al profumo di lavanda: ecco cosa Claudia ed io abbiamo progettato per la serata di metà giugno nel suo negozio di abiti e accessori vintage. Sottosopra 33 è un angolo di Parigi a Verona. E’ un luogo molto ricco di colori, tessuti e oggetti. Per poter valorizzare appieno il negozio, ho deciso di usare un solo colore per tutte le decorazioni floreali. Così, pensando alla stagione, e al tema, ho scelto il lilla della lavanda, a cui ho aggiunto erbe aromatiche, mirto, more, roselline e peonie dal nome evocativo “Lemon Chiffon”. Quando ho visto queste peonie, me ne sono innamorata a prima vista e sapevo che sarebbero state perfette per la serata di Claudia. Non trovo  aggettivi adatti per descrivere il loro colore, per fortuna ci sono le foto…

“Una Domenica in campagna” il film di Bertrand Tavernier, ecco l’atmosfera che volevo ricreare per la vetrina dal gusto retrò. Claudia ha scelto il vestito perfetto, in tulle acquamarina chiarissimo con una delicata sciarpa in seta azzurra, io ho aggiunto una borsetta bianca con rose lilla, more e lavanda. Accanto una sedia francese da giardino fine ‘800 con piattini dai motivi floreali e piccoli bicchieri in vetro francesi con rose e acqua lilla… E per dare quel tocco di eleganza senza tempo, un vaso trasparente con peonie.

Nel negozio la lavanda, le rose e le peonie creavano la scenografia ideale, dove spille floreali, vestiti e accessori erano in perfetto equilibrio.

Con Claudia abbiamo deciso di proporre una dimostrazione floreale che si è svolta al piano di sotto. Qui ho portato virtualmente un angolo di giardino aromatico tra i muri in sasso e gli abiti vintage. Per la serata ho deciso di creare una ghirlanda aromatica. Trovo molto rilassante lavorare con le erbe aromatiche perché mentre le lavori godi dei loro aromi. Avevo a disposizione, salvia, mirto, rosmarino, lavanda, menta e melissa.

La serata poi è proseguita con assaggi di cucina coreana, vino e leggerezza di una notte di mezza estate…

 
 

ALLESTIMENTI FLOREALI PER IL SALONE DEL MOBILE 2014

 
 

Quest’anno l’atelier di Tania Muser si è occupato dell’allestimento floreale degli stand di alcuni mobilifici che hanno esposto al Salone del Mobile di Milano: MazzaliBizzottoBusattoPasi.

Per ciascun espositore è stata proposta una soluzione decorativa ad hoc, fedele il più possibile all’immagine aziendale e al mood scelto per le collezioni presentate in fiera.

Abbiamo realizzato grandi mazzi, bouquet e giardini floreali con cymbidium, anthurium, foglie di monstera, zantedeschia, asparagus plumosus, bulbi di giacinto blu, rami di salice, mirto, eucalipto, garofani verde acqua, foglie black tie, steel grass.

In alcuni stand, invece, abbiamo utilizzato delle piante di piccole, medie e grandi dimensioni, tra cui erbe aromatiche, nandine, carex, in vaso oppure nei nostri Bacsac.

Nella seguente galleria fotografica potrete osservare le nostre realizzazioni!