Fuga d’amore in una villa di campagna

 
matrimonio  fuga d'amore Verona
 
 

Fuga d’amore, per Aleia e Zachary, una coppia di Los Angeles che ha deciso di celebrare la loro unione a Villa Sogara, un’antica residenza circondata da vigneti e ulivi. Una villa ricca di storia dove tra gli ultimi ospiti illustri hanno soggiornato l’imperatore Francesco Giuseppe I ed Elisabetta di Austria-Ungheria.

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Con Aleia e Zachary ci siamo conosciuti via Skype quando abbiamo parlato dei vari aspetti della loro fuga d’amore: i fiori, lo stile e la palette. Hanno scelto uno stile molto naturale e romantico perfetto per la location. La palette verteva sulle diverse nuances del rosa cipria, del bianco e dell’argento. In tutte le creazioni floreali la peonia è stata al centro dell’attenzione. A questo fiore ho abbinato  lisianthus, rose bianche, scabiose bianche, sinuosi rami di profumato gelsomino, spirea bianca e  viburnum palla di neve.  Per la tonalità argento dei verdi ho scelto il senecio e l’eucalipto.  

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

La cerimonia con pochi intimi si è svolta nel giardino della villa che si affaccia sui vigneti della tenuta. Un tocco floreale per le due panchine in legno verde e per le sedie vintage in ferro battuto.

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The fashion Wedding

Ph @The fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Sotto il porticato della villa, per la cena,  è stato allestito il tavolo imperiale  con dettagli che gli sposi hanno scelto assecondando il loro gusto: tovaglia rosa antico, coppe in vetro lavorate in oro e verde e posate in oro.  Al centro la  coppa in vetro trasparente con una creazione floreale, perfetta per la mise en place, dove le peonie sono state le regine indiscusse.

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ph @The Fashion Wedding

Ringrazio la gentilezza e la disponibilità di Ela e suo marito, perfetti padroni di casa e la professionalità di Daniela che ha saputo catturare con la sua macchina fotografica l’atmosfera di una giornata veramente emozionante ed unica.

Location: Villa Sogara

Fotografie: The Fashion Wedding

 

Un viaggio ispirazionale nel mondo del floral design

 
corso di floral design
 

A luglio mi sono ritagliata un paio di giorni per andare nel Nord dell’Inghilterra a conoscere Fiona, titolare di Firenza Floral Design (una dei 20 top floral designer selezionati dal quotidiano inglese The Telegraph). E’ da tempo che seguo il suo lavoro e trovo il suo stile molto interessante. Siamo riuscite, tra i nostri vari impegni, a trovare una giornata libera per incontrarci.

Fiona  e i suoi adorabili cani mi hanno accolto nella loro dimora, una storica casa di campagna  nella splendida regione dello  Yorkshire. Sedute nel romantico giardino ci siamo confrontate sugli stili e sulle fonti di ispirazione. Per entrambe la natura è la base del nostro lavoro.

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph Belle and Beau

Ph Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Non sono mancati i fiori per creare  unici bouquet e composizioni in vaso.  Per me è stato molto interessante poter usare una tecnica diversa.

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Con gli stessi fiori ciascuna di noi ha realizzato il proprio bouquet, uno diverso dall’altro.

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and beau

Ph @Belle and beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

Proseguendo nella giornata ho anche incontrato Holly una fotografa che ha scattato queste poetiche foto.

E voi cosa fate quando avete bisogno di trovare l’ispirazione?

Ph @Belle and Beau

Ph @Belle and Beau

 
 

Shoot tra le rovina di un castello medioevale

 
Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

 

Sul finire dell’inverno e l’inizio della primavera, sono stata coinvolta nella creazione delle decorazioni floreali per uno shoot dal sapore medievale tra le mura del castello di Arco.

Come sempre il processo creativo parte per me dalla scelta del colore. La tonalità principale che ho deciso di utilizzare per questo evento è stato il bordeaux. Un colore che considero elegante, versatile, raffinato e che dona una nota intensa in una qualsiasi creazione. 

Untitled design (12).jpg

Per il bouquet da sposa ho scelto di abbinare al bordeaux diverse tonalità di rosa in modo da esaltare lo stile romantico del vestito.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Ho voluto creare un lussureggiante bouquet dove le consistenze e le forme diverse di petali e fiori  donassero  un stile morbido e raffinato.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Per la decorazione della tavola  ho individuato fiori dalle diverse sfumature di bordeaux vinaccia: incredibili ranuncoli, ipnotici anemoni e raffinati tulipani. A questi ho aggiunto un tocco di pesca per illuminare il tutto. Candelabri antichi e piccoli vasetti con candele hanno reso magica la serata.

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

Photo @Valentina Fraccaroli

 

Ringrazio tutte le persone con cui  ho collaborato a questo progetto:

Foto / Valentina Fraccaroli
Video / Forever Film di Paolo Brentegani
Drone / Andrea Bianco
Stationery / Bee in Love – Wedding Design di Elisa Tedesco
Mua & Hair / L’officina del MakeUp di Claudia Jclo Make Up
Wedding Cake / Cremerie
Dress / Marianna Michelon
Suit / Baratto Lavis
Shoes / Anniel
Rings / MIOeTUO
Venue / Ai Conti – Break, fast & slow
Patrocinio / Wedding in Arco
Bride / Caterina Brazzoli
Groom / Fabio Porta

 
 

Un giardino impressionista tra le dolci colline del senese

 
2018-06-12 10.52ok-2.jpg
 

La settimana scorsa sono stata un paio di giorni in centro Italia e ho conosciuto le tre sorelle che gestiscono il podere Puscina Flowers. Una realtà famigliare nel cuore delle colline senesi, dove Teresa, Mara e Laura, si dedicano alla coltivazione di fiori locali aderendo al movimento Slow Flowers.

Untitled design (8).jpg

Arrivando sono stata accolta da Kira il loro cane e da un paesaggio mozzafiato. Mi è sembrato di entrare in un giardino dipinto da un pittore impressionista con i colori dei fiori, il cielo blu, il bosco in fondo alla vallata, i campi di grano e le colline a perdita d’occhio.

Untitled design (7).jpg

Con Teresa, una delle 3 sorelle, ho potuto conoscere la loro attività e condividere la nostra passione comune per i fiori.

Essendo giugno i papaveri sono stati il mio colpo di fulmine per varietà e colori.

2018-06-12 10.48ok-4.jpg
2018-06-12 10.49ok.jpg
2018-06-12 10.52ok.jpg

Ma non posso non nominare i fiordalisi, la scabiosa, le rose inglesi, la sanguisorba, la lavanda, la veronica, l’alchemilla, il dacus dara, l’acquilegia, la cosmea e…

Rose inglesi.

Untitled design (9).jpg

Cotinus

2018-06-12 11.01ok.jpg

Cosmea semplice e doppia

2018-06-12 11.04ok.jpg
2018-06-12 11.05ok.jpg

Snaquisorba, amni visnaga, nigella e scabiosa strawberry

Untitled design (10).jpg

Acquilegia

2018-06-12 10.58ok-1.jpg

Scabiosa

2018-06-12 11.01.ok.ok.jpg

Un luogo incantato dove si vive e lavora in armonia con i ritmi della natura.

Untitled design (11).jpg
 
 

6 tappe del Fuorisalone con i fiori

 
IMG_20180418_133102ok - Copia.jpg
 

Come ogni anno, ad aprile, Milano ospita la settimana del design e  tutti gli eventi del Fuorisalone.

Per me è diventato un appuntamento imperdibile. Due aspetti mi hanno colpito di questa edizione: i fiori e il dialogo fra antico e moderno.

Incomincio con il marchio danese  Hay (di cui vi avevo parlato nel post a Copenaghen) ospitato a Palazzo Clerici. Lo stile nordico  è stato perfettamente inserito nelle magnifiche sale neoclassiche decorate con marmi e stucchi dorati. Un perfetto equilibrio dove i fiori hanno dato quel tocco di accoglienza.

IMG_20180418_094158ok.jpg
IMG_20180418_094714ok.jpg

Proseguo con Palazzo Litta (origini barocche) nel cui cortile quest’anno è stata ospitata l’installazione  dello studio londinese di Asif Khan” Tempietto nel bosco”.

IMG_20180418_114242.jpg

In corso Magenta,  da Raw,  sono stata rapita dalle stoffe floreali nate dalla nuova collaborazione fra il marchio americano John Derian e il marchio inglese Designer Guild e presentate tra i fiori del laboratorio floreale Flo.

IMG_20180418_121420ok.jpg
IMG_20180418_122718ok.jpg
Untitled design.jpg

In piazza Duomo fermata da Tiffany che per questo evento ha chiesto la collaborazione di 5 artiste per interpretare le serre in argento per ciascuna delle cinque vetrine. E all’interno del negozio, fiori ovunque, nelle serre, appesi …

IMG_20180418_133044.jpg
Untitled design (1).jpg

Il cortile di palazzo Serbelloni ha ospitato l'installazione Swarovski  e il piano nobile ha aperto i suoi saloni al marchio danese Gubi per la presentazione della  collezione “Tra vecchio e nuovo”.

Entrando nel “Palazzo Swarovski” si viene avvolti da una miriade di riflessi e giochi di luce.

IMG_20180418_150725ok - Copia.jpg
IMG_20180418_151230.jpg

Salendo al piano superiore sono stata affascinata dagli allestimenti floreali creati da Christian Tortu per Gubi. La scelta dei fiori, dei colori, e degli accostamenti, insoliti con elementi naturali presi dal mondo vegetale era perfettamente studiata per gli incredibili saloni e arredi .

IMG_20180418_152500.jpg
IMG_20180418_152715ok.jpg
IMG_20180418_153019ok.jpg
Untitled design (2).jpg

E infine il Palazzo Bocconi ha accolto l’installazione di Louis Vitton per la presentazione della nuova collezione "Objet nomades". Nel cortile è stata installata la Hexacube House “casa bolla” progettata nel 1970 dal designer greco George Candilis. Al piano nobile una cascata di 10.000 fiori di carta accoglieva noi visitatori.

IMG_20180418_163148ok.jpg
IMG_20180418_161741.jpg
4.jpg
IMG_20180418_163347.jpg

Voi siete riusciti a fare un salto? Cosa vi ha lasciato a bocca aperta?

 
 

4 motivi per scegliere il garofano

 
marimonio-autunno-castagnedi-052-ok.jpg
 

Oggi vi voglio parlare del garofano, un fiore troppo spesso sottovalutato senza aver la possibilità di difendersi. 

Le ragioni sono varie tra cui accostamenti poco edificanti realizzati nel passato, oppure utilizzo in tristi occasioni. Ma penso che sia ora di spalancare le porte a questo fiore che può offrire molto per almeno 4 motivi.

P1180504ok.jpg

Innanzitutto,  negli ultimi anni i coltivatori  hanno creato delle tonalità e delle screziature che lasciano a bocca aperta per la loro unicità. Io ne continuo a scoprire e ne rimango sempre meravigliata.

P1260020.JPG
2017-11-30 13.30.25.jpg

Un secondo motivo è la durata. E’ un fiore che può farvi compagnia tranquillamente una settimana (non ha bisogno di molta acqua nel vaso e attenzione agli steli poiché possono essere fragili dove ci sono i nodi).

Terzo motivo, sono fiori che si trovano tutto l’anno e sono piuttosto economici. Sono fiori ideali da “spalla” all’interno di allestimenti floreali.

Ph Paolo Castagnedi

Ph Paolo Castagnedi

P1250883ok.jpg

Quarto motivo: i garofani  dal tenue profumo sono piacevolmente soffici al tatto. Un gruppo di soli garofani bianchi assomiglia alla panna montata. E poi per la consistenza e il movimento dei petali,  ricordano velluti sontuosi.

P1260017.JPG

Infine ricordo che nel linguaggio dei fiori i garofani significano amore puro.

Ph Paolo Castagnedi

Ph Paolo Castagnedi

E voi avete mai pensato di sceglierli per un dono o per decorare casa vostra?

 
 

UN MATRIMONIO ORIGINALE: UN PIC-NIC COUNTRY CHIC

 
ABC_7727.jpg
 

Se volete un matrimonio originale e all’ultima moda, il wedding pic-nic è quello che fa per voi.

Immaginate una meravigliosa  residenza di campagna di fine ‘600,  il Relais Corte Guastalla,  circondata dai vigneti del Custoza a due passi dal lago di Garda e da Verona, città di Giulietta e Romeo e dell’amore eterno. Qui potrete ospitare le persone a voi più care per un weekend indimenticabile.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Un esclusivo “wedding pic-nic" all’ombra di maestosi alberi, con bouquet di peonie, rose, lisianthus e tanti altri fiori frizzanti, tra porcellane, cristalli e argenti originali francesi.

@Marco Bravi

@Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Un team di professionisti di alto livello realizzerà insieme a voi un matrimonio unico e indimenticabile in un’atmosfera magica all’interno di un  luogo  raffinato, per un “déjeuner sur l’herbe” da sogno.

ABC_7695.jpg

Un esempio di pacchetto “Wedding pic-nic” studiato per 25 persone comprende:

· 3 notti di pernottamento e prima colazione internazionale al Relais Corte Guastalla in camera doppia o tripla

· Location in esclusiva per 3 giorni al Relais Corte Guastalla

· Servizio fotografico del matrimonio realizzato: da Marco Bravi

· Floral design e allestimenti realizzati: da Tania Muser

· Wedding planner:  Cristiana Sarego di  My Perfect Day

· Mise en place realizzata: da Manuela Piccoli

· Food and beverage per il pic-nic

Creiamo e progettiamo pacchetti su misura in base alle vostre richieste. Contattateci!

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

 
 

Dietro le scene dello shoot per un pic-nic country chic

 
@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

 

Pic-nic per festeggiare in modo alternativo un matrimonio,  un compleanno o un addio al nubilato.

Quest’idea mi frullava da tempo in testa e si è realizzata quando per la prima volta con Cristiana ho visto il Relais Corte Guastalla e ho conosciuto Orietta.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Nel giro di un paio di giorni Cristiana ed io abbiamo deciso di realizzare questo shoot  ispirazionale coinvolgendo: Orietta e suo marito, Manuela Piccoli e Marco Bravi. In questa prima parte i momenti della preparazione e domani il risultato finale.

Vi presento la squadra al completo:

Orietta e suo marito, che ci hanno ospitato durante lo shoot.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Manuela Piccoli, arredatrice d’interni con il suo stile Shabby Chic elegante e romantico, scova nei mercati d’antiquariato in Francia ed in Italia pezzi particolari ed unici. Con il suo gusto abbiamo “arredato” il parco con lanterne in ferro battuto, poltrone, cuscini, sedie da giardino vintage. Sempre lei ha pensato alla mise en place con piatti in porcellana bianchi con delicate decorazioni floreali, piccole alzate in peltro, bicchieri in cristallo, posate d’argento e vecchie tovaglie in cotone lavorato.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Marco Bravi e suo figlio Massimiliano riescono sempre con la macchina fotografica e sensibilità a cogliere l’atmosfera e i dettagli.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Cristiana wedding planner e regista della giornata.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Io ho pensato ovviamente ai fiori che ho creato in stile naturale e romantico con fiori dal sapore campestre accostati a lussureggianti peonie, delicati boccioli di lisianthus , ulivo, rosmarino e verde di stagione.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

Un’ultima frase per descrivere il mood: fresco e frizzante, ma anche romantico ed elegante con un gusto retro, nelle tonalità pastello.

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

@ Marco Bravi

MAX_6819.jpg
MAX_6922.jpg

Grazie a Gaia  per i segnaposti e il libro degli invitati!

 
 

4 abbinamenti con il rosa per la vostra tavola di Natale

 
 
2017-11-30 12.51ok.jpg
 

La settimana scorsa, con un cielo plumbeo, mi sono trovata con Manuela Piccoli ad immaginare e creare un angolo insolito per il Natale. Siamo andate nel suo magazzino ricolmo di oggetti antichi, una vera delizia per i miei occhi. E’ stato come aprire la porta e affacciarsi sul passato.

Su una piattaia di fine ‘800 ho creato un giardino invernale con rami di bacche di rosa, pino, tuya argentata, muschio, un magnifico elleboro e tante candele. Una poltrona in velluto verde oliva  e una in rosa, un lampadario a gocce, due lanterne bianche di ferro battuto hanno reso accogliente la serra d’inverno.

Untitled design (1).jpg
2017-11-30 13.22ok.jpg
P1260679ok.jpg

In un angolo accanto alle vetrate tra gli alberi di limoni messi al riparo per l’inverno, abbiamo decorato  il tavolo per il pranzo. La tovaglia bianca ricamata, le sedie di ferro battuto una diversa dall’altra, le morbide coperte di lana, i sottopiatti di Sheffield di metà ‘900, i piatti bianchi in porcellana, le posate francesi d'argento, i bicchieri decò in stile liberty di vetro verde con decorazioni in argento e le piccole coppe in ceramica anni ‘50 sono stati gli elementi per allestire una mise en place dal gusto retro e romantico.

20171130_121142ok.jpg
2017-11-30 13.26.09.jpg

Per i fiori ho voluto usare varie sfumature di rosa carico. Ho scelto questa tonalità  per due motivi: la sua versatilità e il suo significato. Il rosa infatti si associa alla dolcezza, al romanticismo, all’eleganza e alla gratitudine. Direi “perfetto” per questo periodo dell’anno. E’ sicuramente un colore insolito per il Natale ma penso che sia ideale per stupire i vostri ospiti.

2017-11-30 13.30.03.jpg
2017-11-30 13.31ok.jpg

I fiori che ho usato sono stati: ranuncoli, garofani, cymbidium fucsia e bacche di iperico rosa chiaro di edera e ligustro viola.

P1260733ok.jpg

Le combinazioni con il rosa sono molteplici eccone quattro per questo periodo:

rosa/viola: anemoni viola, giacinti lilla

rosa/rosso: rose rosso carico “Red Naomi”, oppure bacche di ilex rosso vivace

rosa/bordeaux: ranuncoli bordeaux, anemoni bordeaux, garofoni bordeaux, skimmia bordeaux

rosa/argento: bacche di brunia argento, bacche di eucalipto

e ovviamente tutti i verdi che la natura offre in inverno

E voi come pensate di allestire la tavola delle feste?

2017-11-30 12.36ok.jpg